La catena di ristoranti del Medio Oriente converte intere riserve in BTC

Il ristorante mediorientale, con tre sedi in tutto l’Ontario, ha annunciato che avrebbe cambiato le sue riserve di liquidità in crittografia.

Una catena di ristoranti mediorientali con sede in Canada

Una catena di ristoranti mediorientali con sede in Canada ha appena convertito in Bitcoin Era l’intera riserva di denaro fiat.

Secondo un tweet del 19 agosto di Tahini – „il miglior ristorante mediorientale del mondo“ – la decisione di convertire le sue riserve di cassa in crypto ha avuto la sua genesi nel crollo di marzo, e quando il governo canadese ha iniziato a fornire programmi di assistenza per le imprese che non potevano rimanere aperte a causa della pandemia.

Con gli Stati Uniti e il Canada che stampano denaro per sostenere le loro economie in difficoltà, il proprietario di Tahini, Omar Hamam, ha iniziato a vedere il sistema finanziario come „un gioco di sedie musicali che si sta giocando proprio ora e la musica si fermerà e alcune persone verranno lasciate fuori“.

Hamam ha detto di essere preoccupato che l’elemosina e la stampa del denaro svalutassero la moneta fiat. „Ci è sembrato evidente che il denaro contante non aveva lo stesso fascino“, ha detto. „Che alla fine, con tutto il contante in eccesso che circola nell’economia, il denaro contante avrebbe avuto un valore inferiore“.

„Col passare del tempo cercavo costantemente di imparare e di far crescere le mie conoscenze in materia di finanza. Ho sentito la gente della comunità Bitcoin dire che bisogna sentire parlare di Bitcoin almeno 7 volte prima di entrarci. Preciso al 100%“.

Ha deciso di convertire i risparmi dell’azienda in Bitcoin perché „offre un’alternativa molto migliore al risparmio di denaro“. Ha riferito che avrebbero continuato a usare il Bitcoin come risorsa di riserva – „forse per sempre, se non abbiamo bisogno di fiat“.

Bitcoin accettato qui

Tahini sta seguendo la stessa strategia di pianificazione finanziaria della società di business intelligence quotata MicroStrategy, che la scorsa settimana ha annunciato di aver adottato Bitcoin (BTC) come attività di riserva primaria. MicroStrategy ha acquistato 21.454 BTC per circa 250 milioni di dollari.

Il panorama sta cambiando così velocemente, che alcuni ora si chiedono se anche Berkshire Hathaway, controllata da Warren Buffett, possa investire nella crittovaluta come copertura contro l’inflazione. La società ha investito in un cercatore d’oro per la prima volta questa settimana.

La decisione del ristorante di passare alla Bitcoin ha ricevuto il sostegno entusiasta della comunità dei crittografi. Il podcaster Anthony ‚Pomp‘ Pompliano ha twittato il suo sostegno, dicendo che „un’altra società converte il proprio capitale di bilancio in Bitcoin“ aggiungendo che l’idea stava prendendo fuoco. Peter McCormack, conduttore del podcast What Bitcoin Did, ha fatto eco ai pensieri di Pomp e ha twittato che sta anche considerando di convertire tutto il suo capitale non lavorativo in BTC.